July 29, 2013

ARGILLA: UN PREZIOSO AIUTO PER TUTTO L'ORGANISMO!

Risale agli albori della storia (forse della preistoria), l’uso dell’argilla a scopo terapeutico e medicamentoso. Gli indiani americani la chiamano Ee-Wah-Kee, che significa “il fango che guarisce”.

Gli aztechi, gli aborigeni e i nativi messicani e sudamericani le riconoscevano già nell’antichità sorprendenti qualità disintossicanti, antinfiammatorie, riequilibranti e rimineralizzanti.

Anche ai giorni nostri la usiamo per acne, eczemi, piaghe da decubito, artrosi, strappi, scottature, dolori muscolari e punture d’insetti.


Ne esistono due tipi l'Argilla verde e quella bianca ma qual'è la differenza?


La differenza sta nel fatto che mentre quella verde ha un potere assorbente maggiore, quella bianca, pur essendo efficace, risulta essere molto più delicata. Da questo possiamo facilmente trarre la conclusione che, mentre l’argilla bianca è molto indicata per la pelle del viso (oppure su zone delicate del corpo), quella verde, essendo un po’ più aggressiva, sarebbe meglio utilizzarla per il corpo.

 

Ecco alcuni esempi di utilizzo dell' Argilla:

 

  • Nel bagno: da 300 a 500 grammi d’argilla verde fine disciolti nell’acqua calda rendono la pelle morbida e liscia.

  • Una maschera levigante per il viso. Diluite due cucchiai di argilla con un po’ di acqua in modo da ottenere una pasta che si stenda facilmente senza gocciolare. Applicatela sulla pelle pulita, in modo generoso, evitando il contorno occhi. Le pelli sensibili possono usare questa ricetta sostituendo l’argilla verde con quella bianca

  • Una maschera anti-sebo per i capelli (adatta soprattutto a chi ha i capelli grassi). La maschera all’argilla applicata sul cuoio cappelluto è utile per togliere l’eccesso di sebo. Inoltre, apporta minerali e oligominerali ai capelli. Lasciatela agire 15 minuti e risciacquate abbondantemente.

  • Un impacco anti-brufolo: applicate sulla pelle irritata l’argilla verde, mischiata con un po’ d’acqua. Ripetete questo gesto ogni sera, lasciano in posa l’impasto per 5 minuti.

 

Lo sapevi che...

 

  • Si possono aggiungere degli olii al composto di argilla e acqua ma alcuni non vanno mai usati perchè ossidano! Gli oli che contengono vitamina c come limone e arancio creano una reazione chimica di ossidazione. Creeresti una maschera ossidante, ovvero che favorisce la produzione di radicali liberi. Molto meglio aggiungere oli come il Tea Tree per disinfettare o olio di oliva, di jojoba o di mandorle per nutrire.

 

  • Mai mescolare l’argilla con cucchiai o altro materiale in metallo: per lo stesso motivo, sempre meglio amalgamare il composto con cucchiai di legno.