June 08, 2013

PROTEGGIAMO I NOSTRI BAMBINI DAL SOLE

La pelle di un bambino e' diversa, e' morbida, sensibile e vulnerabile. Le irritazioni si sviluppano facilmente, la piccola quantita' di protezione data dalla melanina, che la natura ha fornito alla pelle, non e' completamente presente alla nascita e ci vogliono anni prima che lo sviluppo della protezione si completi. Nel frattempo, la pelle del bambino e' piu' soggetta alle scottature solari e ad altri danni.

Una brutta scottatura causa disidratazione, febbre, svenimenti, shock, pressione sanguigna pericolosamente bassa, e battito cardiaco irregolare.


Ma seguiamo alcune piccole regole per proteggere i nostri bambini dal sole:


Tenete i lattanti e i bambini piccoli al riparo dal sole quanto piu' e' possibile durante il primo anno della loro vita; Una brutta scottatura in un bambino piccolo puo' essere molto seria.

  • Controllate l’orario. I raggi solari sono piu' intensi tra le 10 a.m. e le 2 p.m. (11 a.m e le 3 p.m. con orario legale).

  • Coprite il bambino ad alto rischio (carnagione chiara con capelli biondi rossi e occhi chiari) con un cappello, maglietta a maniche lunghe e pantaloni lunghi. Usate tessuti a trama stretta e doppio strato quando e' possibile.

  • Usate un filtro solare. Le sostanze che filtrano i raggi solari che provocano danni sono un elemento importante nel programma di protezione. Piu' alto e' il fattore di protezione, maggiore e' la garanzia offerta.

  • Fate attenzione alle luci riflesse; molte superfici - sabbia, cemento, neve - possono riflettere radiazioni nocive. Anche il sedersi all’ombra o sotto l’ombrellone non garantisce protezione. Fate attenzione alle giornate nuvolose, quando fino all’80% delle radiazioni solari raggiunge la terra.

  • Fate attenzione specialmente a certe altitudini e latitudini. Dai 300 metri sul livello del mare in su, la radiazione aumenta del 4 o 5%. E quanto piu' vicini si e' all’equatore, tanto piu' forti sono i raggi solari.

  • Non mescolare il sole con alcuni farmaci. La fotosensibilita', caratterizzata da esantemi, arrossamento e/o gonfiore, puo' essere l’effetto collaterale di alcuni farmaci. Consultate il vostro medico o il farmacista.