October 23, 2013

CC CREAM E CC LIPS - PERFEZIONE TOTALE VISO E LABBRA!

Dopo la BB Cream arriva una nuovissima e innovativa crema multifunzione: la CC Cream.

Tutte noi sappiamo che la BB Cream significa Blemish Balm ovvero balsamo anti-imperfezioni che ha la funzione di uniformare l'incarnato del viso  rendendolo uniforme e luminoso senza però avere un effetto “coprente” come il fondotinta, la CC Cream nasce dalla necessità di offrire un prodotto ancora più completo che oltre ad uniformare il colorito della pelle nasconde le discromie  anche in presenza di macchie ben visibili della pelle.

Il nome CC Cream deriva dall'abbreviazione di 2 parole: Color Control, infatti questa innovativa crema multifunzione oltre ad avere proprietà idratanti, anti-età e lenitive, è in grado di coprire e correggere macchie, rossori e imperfezioni. Formulata con principi attivi nutrienti ed emollienti e con argille amazzoniche dall'azione ristrutturante e correttiva, rende la pelle perfettamente omogenea con un finish molto naturale. Inoltre il fattore di protezione solare SPF 15 la rende adatta anche alle pelli più sensibili e delicate. E' disponibile in 2 colorazioni: beige naturale e beige ambrato.

 

Istruzioni d'uso: applicare piccole quantità di crema sulla pelle del viso, massaggiando leggermente per uniformare l'incarnato. Il suo effetto “camouflage dona alla pelle un colore molto uniforme e un aspetto perfettamente levigato.

 

Anche le labbra meritano la giusta attenzione, per questo motivo è nato il CC Lips , uno stick labbra multi-azione a base di acido ialuronico , oli di jojoba e mandorle dolci in grado di idratare e proteggere le labbra donando loro un aspetto naturale. La sua formulazione ha un effetto rimpolpante e protettivo, sostenuto anche dal filtro solare SPF 15.

 

Istruzioni d'uso: per un'azione idratante, rimpolpante e protettiva applicare sulle labbra e sul contorno più volte al giorno. Per un effetto correttivo “camouflage” color control applicare generosamente lo stick sulle labbra . Modula e uniforma il colore con una tonalità nude look, donando alle labbra un aspetto immediatamente più giovane. E' anche una perfetta base per il trucco delle labbra , assicurando al rossetto una maggiore tenuta, senza sbavature.

 

October 15, 2013

L'UNICA VERA ALTERNATIVA SANA ALLA TINTA CHIMICA

Pensate che l'unica alternativa alle tinte chimiche (quelle classiche ad ossidazione o le più delicate creme colorate) sia l'Hennè, difficile da usare e con la sola prospettiva di avere i capelli color pel di carota?

Niente di più sbagliato!

In realtà l'Hennè è solo una delle tante piante che la tradizione erboristica consiglia per la tintura dei capelli e può essere miscelato a tante polveri vegetali per ottenere numerosissime sfumature di colore dal biondo al nero intenso.

Purtroppo riuscire ad ottenere la giusta sfumatura non è sempre facile e a volte occorrono più tentativi per trovare il giusto mix rendendo la procedura complessa e scoraggiando molte persone, ma Sante Naturkosmetik viene ancora una volta in nostro aiuto proponendoci le sue Tinte Vegetali per Capelli.

La Base è l'Hennè:

L‘hennè è una antica pianta coltivata che è stata usata per migliaia di anni nelle culture Asiatiche e Arabe come cura per i capelli e nella tintura degli stessi .

L‘arbusto di hennè può crescere fino ad un‘altezza compresa fra i 2 e 8 metri. La parte utilizzata sono le foglie.

 

Come si utilizza?

All'interno di ciascuna confezione trovate un sacchetto contenente la polvere, una cuffietta e un paio di guanti monouso e le istruzioni per eseguire una tinta perfetta.
La polvere andrà mescolata con 300ml di un liquido fino ad ottenere una "pappa" della consistenza del purè di patate.
La scelta del liquido con cui impastare la polvere è molto importante: si può utilizzare acqua calda, ma per migliorare l'effetto è bene scegliere un liquido che sia acido in modo tale da facilitare l'assorbimento del colore da parte del capello.
Noi vi suggeriamo di utilizzare del the nero, del succo di limone o arancia (o anche the nero e succo di limone assieme) ma sconsigliamo l'uso di vino e aceto perchè l'odore che poi lasciano sui capelli non è il massimo. Scarica qui le istruzioni complete

Una volta applicata la tinta su tutti i capelli raccoglieteli nella cuffia e lasciate riposare per una o due ore, preferibilmente in un ambiente caldo.

Trascorso il tempo di posa sciacquate abbondantemente i capelli per eliminare tutti i residui e il gioco è fatto!

Il risultato finale

A differenza delle tinte chimiche, per le tinte vegetali (e per i riflessanti in genere) il risultato finale può variare molto in base a tanti fattori tra cui il tempo di posa e di riposo del preparato, il liquido utilizzato per la preparazione, ma soprattutto il colore originale del capello.
Riportiamo per chiarezza lo
schema di colorazione che mostra l'effetto delle tinte sante in base al colore di capelli originale:


September 28, 2013

SUPER NUTRIMENTO PER LA PELLE: A OGNUNO LA PROPRIA CREMA!

Nei mesi estivi la nostra pelle ha fatto il pieno di sole, aria, sale. Gli elementi naturali l'hanno resa più forte e colorita, ma probabilmente anche più secca e arida . Caratteristiche che la predispongono a un invecchiamento precoce , se non si corre tempestivamente ai ripari.

E' questo dunque il momento giusto per regalare alla nostra cute trattamenti mirati di nutrimento intensivo, per farle ritrovare la morbidezza e luminosità di sempre. Non tutte le pelli però hanno le stesse necessità, per questo motivo scopriremo insieme, a seconda dell'età della pelle, quale super nutrimento di bellezza dedicare al proprio viso . Un dato di fatto è che la pelle di una donna cambia in base all’età, così a 40 anni si avrà sicuramente una pelle diversa che a 20 anni o a 30.

 

In generale per le pelli più giovani, ossia per le ventenni, è indicata una crema con vitamine e minerali, che serva a tonificare e idratare. Invece per le pelli intermedie, delle trentenni, è importante utilizzare una crema ricca in collagene, ceramidi e principi anti-età per prevenire anziché “curare”. Infine per le pelli più mature, ovvero per le donne dai quarant’anni in poi, è necessaria una crema antirughe e molto nutriente.

 

PER LE PELLI PIU' GIOVANI (sotto ai 30 anni)

Ribadendo che la crema viso va scelta in funzione dell'età, perché deve adattarsi alle variazioni ormonali e fisiologiche, cominciamo ad esaminare nel dettaglio la pelle di una ventenne. Allora, la pelle di una donna di 20 anni generalmente è una pelle elastica, ricca di collagene, che può essere di tre tipi, secca, grassa e impura. Quindi la crema da usare deve rispettare queste caratteristiche: sebo regolatrice per la pelle grassa e impura come la Crema Gel Viso Riequilibrante Nature's e idratante per la pelle secca come Iris Trattamento Giorno Tonificante.

La crema per pelli giovani deve contenere acqua, glicerina, vitamine soprattutto la C e la E che sono schiarenti per le piccole macchie  che rimangono dopo i brufoli, poi deve avere tra gli ingredienti altresì la mica che ha una funzione assorbente e riflettente e lo zinco che è sebo regolatore. Inoltre, in particolare se la pelle è abbastanza impura, va usata una crema idratante con una texture leggera come l'Emulsione viso idratante ad azione preventiva, che si assorba rapidamente, invece se la pelle è secca, quindi carente di acqua, va usata una crema idratante che deve contenere sostanze nutrienti e protettive, noi consigliamo la Crema alla Cotogna.

 

PER LE PELLI GIOVANI (dai 30 anni)

A 30 anni invece, il metabolismo della pelle rallenta, diminuisce la secrezione sebacea e vengono prodotti in minor misura collagene ed elastina  , quindi visto che il collagene è il tessuto di sostegno della nostra pelle, che perdendo acqua, tende ad afflosciarsi con il passare del tempo, è necessaria una crema ricca di collagene , meglio se a base vegetale, molto più compatibile con la nostra pelle rispetto a quello animale.

Per la pelle di una trentenne è indicata una crema idratante che deve contenere acido ialuronico essenziale per la sua funzione idratante e antirughe, vitamine E e C importanti per la prevenzione, e un filtro solare, noi consigliamo la Crema Viso Antirughe con acque unicellulari di arance rosse e acido jaluronico o la Crema Energia.

 

PER LE PELLI MATURE (sopra i 40 anni)

Per le donne che hanno raggiunto la soglia dei 40 anni agli ingredienti base di ogni crema, si aggiungono degli specifici principi attivi funzionali  . Consigliamo l'applicazione di un siero sotto alla crema come il Booster Ultra Lifting. Le caratteristiche della pelle di una quarantenne sono essenzialmente la perdita di elasticità e luminosità e la comparsa delle prime rughe, quindi per le prime rughe è necessaria l’azione di una crema con l'acido ialuronico che ha un'azione super-idratante e di distensione, e per la luminosità ed elasticità creme specifiche per pelli mature con un concentrato di sostanze super-idratanti che possono vantare un effetto lifting.

L’importante è comunque per le pelli mature aumentare la frequenza di applicazioni quotidiane della crema. Scopri tutte le nostre proposte per le pelli mature.

 

September 16, 2013

LO SCRUB: IL NOSTRO ALLEATO PER UNA PELLE LUMINOSA DOPO L'ESTATE

Tutte noi al rientro dal mare siamo quasi “ossessionate” dal mantenere la tanto agognata abbronzatura il più a lungo possibile.

I trucchi più sfruttati sono l'utilizzo di bagnoschiuma ad hoc che prolungano l'abbronzatura e l'utilizzo in abbondanza di creme idratanti e nutrienti per evitare che la pelle si screpoli e si inizi a perdere il colore.

In questo modo in effetti si cerca di proteggere il più possibile la pelle per mantenerla intatta, ma molte di voi magari ancora non sanno che è proprio agendo sulla pelle e levigandola con prodotti adeguati che la si aiuta a rigenerarsi e a perdere naturalmente quello strato di cellule morte  superficiali che offuscano la nostra abbronzatura. Entra in atto quindi l'operazione scrub!

Lo scrub sulla pelle abbronzata aiuta infatti a eliminare le cellule morte, a esfoliare in modo naturale lo strato superficiale dell’epidermide e a rendere la vostra abbronzatura più uniforme. Avete presente le antiestetiche macchie di colore che compaiono mano a mano che l’abbronzatura se ne va? Per evitare di restare a macchie , un ottimo trattamento è uno scrub post abbronzatura, che pulendo in profondità la vostra pelle la renderà anche più luminosa.

Esistono tantissimi prodotti in commercio, per le più volonterose la cosa migliore è uno scrub fai-da-te con gli ingredienti che avete nella dispensa. Vi suggeriamo qui di seguito uno scrub corpo e uno specifico per il viso, che potete preparare senza particolari difficoltà.

SCRUB PER IL CORPO

Un ottimo scrub si ottiene mescolando zucchero, miele e olio d’oliva (o di sesamo). Si massaggia il composto su tutto il corpo e si sciacqua con acqua tiepida. Anche il sale da cucina fino (noi consigliamo quello dell'Himalaya non raffinato), unito a un comune bagnoschiuma, risulta efficace a levigare la pelle.

Se, oltre a levigare, vogliamo anche idratare , possiamo mescolare 200/300 gr di cocco macinato, 2 cucchiai di miele di acacia e 2 vasetti di yogurt bianco intero. Massaggiamo e lasciamo agire per 15 minuti prima di risciacquare.

SCRUB PER IL VISO

La pelle del viso è più delicata rispetto a quella del corpo, uno scrub molto leggero, adatto anche alla cute più sensibile, si può preparare con

farina d’avena  e camomilla. Mescoliamo vigorosamente un cucchiaio di farina d’avena con un po’ di camomilla finché il preparato non avrà una consistenza cremosa, poi massaggiamolo delicatamente su viso e collo (ben detersi e asciutti) per circa 2/3 minuti, quindi sciacquiamo abbondantemente con acqua tiepida.

Per eliminare le cellule morte e dare lucentezza all’incarnato, mescoliamo un cucchiaio e mezzo di zucchero bianco con mezzo cucchiaio di crema idratante, un filo d’olio di oliva e una noce di burro. Lavoriamo il composto fino a ottenere un risultato omogeneo: applichiamo sul viso con movimenti circolari, evitando la zona del contorno occhi, lasciamo in posa per qualche minuto e poi risciacquiamo.

CONSIGLIATI DA NOI

Se avete poco tempo o la vostra dispensa è vuota, vi suggeriamo alcuni prodotti che per noi sono ottimi in quanto totalmente naturali e accessibili anche come prezzo.

  • Per il corpo: vi suggeriamo il Gommage Doccia alla Betulla Weleda, questo delicato gommage composto da micro sfere di cera, utilizzato sotto la doccia, ammorbidisce e leviga la pelle in modo delicato asportando le cellule morte e preparando l'epidermide a ricevere i benefici dei trattamenti idratanti dopo la doccia.

  • Per il viso: essendo la pelle del viso molto più delicata la scelta del trattamento da applicare deve essere molto accurata. Abbiamo selezionato per voi il Gommage Doux alla Rosa Mosqueta, Semi di rosa e polvere di riso Mosqueta's , un trattamento essenziale per la rigenerazione dell'epidermide. L'esfoliazione molto dolce (grazie alle particelle di riso), associata all'azione degli oli Bio di Rosa Mosqueta (rigenerante, stimola il rinnovamento cellulare) e di Sesamo (emolliente) rende la pelle pulita e liscia senza aggredirla. Gli oli essenziali svolgono un'azione calmante intensa /Sandalo, Legno di Rosa, Palmarosa, Ylang Ylang). Da applicare una o due volte alla settimana in strato uniforme e massaggiare, lasciare qualche minuto in posa e sciacquare con acqua tiepida. La pelle del viso risulterà più uniforme e luminosa.

  • Per esaltare il colore della pelle: suggeriamo 2 prodotti fantastici che esalteranno al massimo il colore della vostra pelle abbronzata: l'Olio all'Olivello Spinoso di Weleda può essere applicato su pelle umida dopo la doccia, il suo colore aranciato esalterà al massimo il colorito della pelle. Il Fluido Colorato concentrato Dr Hauschka regalerà un effetto dorato alla tua epidermide.

September 11, 2013

GUIDA ALLA CURA DEI CAPELLI POST VACANZE

Lisci o ricci, chiari o scuri, folti o sottili: alzi la mano chi è contenta dei propri capelli dopo le vacanze estive, quando sole, salsedine, cloro, sbalzi di temperatura e lavaggi quotidiani li sottopongono a stress continui.
Vi siete mai chieste quali segreti di bellezza possano mai nascondere le leggendarie chiome sfoggiate dalle donne orientali, tanto lisce, forti e splendenti? Certo sarà anche questione di geni, ma non è da tralasciare il fatto che in quei paesi lontani la capigliatura sia oggetto di cure meticolose, complice una natura che regala principi straordinariamente efficaci per la salute e la bellezza dei capelli. Sono gli stessi principi che oggi possiamo utilizzare anche noi, grazie alla cosmesi bio, copiando i “trucchi” di bellezza orientale per restituire splendore, vigore e salute ai nostri capelli “maltrattati” durante l'estate.
Scoprite insieme a noi tutte le mosse per ottenere di nuovo una chioma da red carpet!

Per prima cosa è importantissimo utilizzare uno shampoo nutriente ma delicato, i capelli dopo l'estate sono già stressati a sufficienza, uno shampoo troppo aggressivo potrebbe inaridirli del tutto. Esistono moltissimi shampoo adeguati, noi consigliamo 2 shampoo formulati con tensioattivi di origine vegetale: lo Shampoo Ristrutturante all'Avena con olio di jojoba ed estratto di salvia che oltre a detergere rinforza e rende liscia la superficie del capello, riducendo rottura e doppie punte. Oppure lo Shampoo delicato che contiene olio di oliva ed estratti di edera, malva, ortica, salvia e timo ottimi per restituire lucentezza e vitalità ai vostri capelli.
Naturalmente non dimentichiamoci mai il balsamo, soprattutto dopo le vacanze!

Passiamo alle cure vere e proprie, le più efficaci richiedono un po' di tempo ma abbiamo inserito per ogni trattamento anche delle indicazioni per chi deve rientrare al lavoro e ha pochissimo tempo o voglia da dedicare ai capelli.

Se al rientro dal mare vi ritrovate con una chioma sfibrata e opaca in contrasto con la vostra tintarella perfetta, dovete subito correre ai ripari con un impacco rigenerante e nutriente.

Mettete in una ciotola 2 o 3 cucchiai di miele, aggiungete 2 cucchiai di olio di jojoba e 3 gocce di olio essenziale Neroli. Mescolate bene e applicate sui capelli asciutti lasciandolo agire per 15-20 minuti. Per una maggiore efficacia potete anche avvolgere i capelli in un asciugamano tiepido. Questo prezioso e ricercato olio essenziale è definito l'olio della bellezza, con poche applicazioni i vostri capelli riacquisteranno vigore e lucentezza.

Per le più pigre consigliamo l'applicazione dell'Impacco Rigenerante Jojoba & Babassu, già pronto all'uso, che ristruttura la fibra capillare rendendo i capelli nuovamente morbidi e soffici.

Se dopo l'estate vi rendete conto di non aver protetto i vostri capelli dai raggi ultravioletti e dall'uso di phon e piastra, li sentirete molto secchi e privi di vita.

Un impacco ristrutturante è quello che fa per voi.

Preparatelo mettendo nella vostra ciotola:

– 50 ml di Olio Vegetale di Calophilla

– 3 gocce di Olio Essenziale di Mirra 

– 5 gocce di Olio Essenziale di Neroli

– 5 gocce di Olio Essenziale di Sandalo 

Applicate l'impacco sui capelli asciutti senza tralasciare il cuoio capelluto. Massaggiate bene le punte dei capelli che sono le zone più a rischio d'estate. Raccogliete i capelli in uno chignon e infilatevi una cuffia da bagno. Se avete tempo e voglia l'impacco può essere lasciato tutta la notte. Altrimenti lasciatelo in posa almeno mezz'ora e sciacquate con uno shampoo naturale (noi consigliamo lo Shampoo Mosqueta's).


Per le più pigre consigliamo l'applicazione della Maschera Doposole Rigenerante Nutriente Monoi de Tahiti. Questa maschera, applicata al posto del balsamo dopo lo shampoo, va massaggiata insistendo sulle punte. Si avvolge la capigliatura con una pellicola o con una cuffia da bagno per creare un ambiente caldo-umido che potenzia gli effetti dei principi attivi. Si lascia agire per almeno 5 minuti e si sciacqua con acqua tiepida.

La salsedine e il cloro sono i nemici per eccellenza dei capelli in estate. Per dare una sferzata di vita alla capigliatura preparate la seguente maschera.

Prendete del burro di karité, scioglietelo a bagnomaria a bassa temperatura e quando sarà morbido aggiungete qualche goccia di Olio Essenziale di Mirra. Se volete che la maschera risulti più morbida aggiungete un olio vegetale a scelta tra l'olio di mandorle dolci o l'olio di jojoba. Poi richiudete e lasciate raffreddare. La maschera va applicata su capelli asciutti o umidi e lasciata agire almeno 15-20 minuti.

Per le più pigre consigliamo l'uso dell'Olio neem per capelli, un trattamento intensivo sia per i capelli che per la cute irritata. L'olio va applicato sui capelli inumiditi, va massaggiato sulla cute e distribuito sulle lunghezze. Come di consueto per una maggiore efficacia avvolgere il capo in un asciugamano, meglio se tiepido, e lasciare agire per 20 minuti. Poi detergere con uno shampoo delicato e applicare il Balsamo Jojoba e Altea.

In alternativa all'olio è possibile applicare la Maschera Balsamica Ritrutturante, le particolari qualità di questa maschera la rendono un trattamento intensivo molto efficace per donare volume e lucentezza anche alle capigliature mosse e ricce senza appesantirle.

September 04, 2013

LEZIONI DI TRUCCO: IL CAMOUFLAGE - STEP 4


4 STEP: IL FARD

I fard sono polveri colorate che servono a completare il camouflage. Mettono in evidenza gli zigomi e danno un aspetto sano al viso. Il colore deve essere in armonia con quello della pelle.
Ecco il colore giusto per i vari toni di pelle:
Le pelli chiare: dal sottotono freddo, allora rivolgiti ad un fard rosa. Il rosa, infatti, essendo un colore freddo sta benissimo alle pelli con questo sottotono e le valorizza pienamente.

Le pelli medie: possono scegliere più liberamente la nuance da indossare. Le carnagioni color miele donano soprattutto le tonalità dai riflessi ambrati. Un mix di giallo, beige e arancio, quindi, dona un’aria leggera e calda a questa tipologia di pelle.
 
Le pelli scure: sottolineare la vivace tonalità di una pelle scura è semplicissimo perché puoi giocare con diverse nuance, soprattutto quelle più decise, ed ottenere sempre un buon risultato. Un pesca puro dal sottotono caldo e intenso è quello che ci vuole per dare carattere ad un viso che presenta una pelle dal sottotono caldo.
Inoltre è molto importante stendere il fard nel modo corretto in base alla forma del viso:

Viso ovale

Il viso ovale ha una forma regolare e bilanciata, non ha quindi zone prominenti.
Per dare colore:
p
er un’applicazione ottimale del blush , sfuma il colore scelto dal centro delle guance verso le tempie, per avere un effetto “Bonne Minne”.
Per scolpire:
s
e invece vuoi dare maggiore risalto agli zigomi applica il blush sotto l’osso zigomatico, utilizzando un colore adatto a ricreare l’effetto sculpting. Stempera  il fard con un movimento a 3 partendo dalle tempie e chiudendo sulla mascella. Questo darà maggiore tridimensionalità alla forma del viso. Per una corretta applicazione, sorridi davanti allo specchio, così facendo i muscoli facciali assumono la posizione perfetta per aiutarti ad individuare facilmente la zona dove posare il pennello.

Viso rotondo


Il viso rotondo non presenta spigolosità e per questo necessita di essere scolpito e allungato per snellire i tratti
Evita fard perlescenti che riflettono la luce e fanno risultare il viso ancora più voluminoso.
Per dare colore:
Applica il blush partendo dalle tempie lungo la linea dell’osso zigomatico, con un movimento dall’alto verso il basso.
Per scolpire: Applica il fard lungo il contorno dell’ovale partendo dalla tempia verso la mascella. Questo concorrerà a snellire i tratti del viso.
Per una corretta applicazione, sorridi davanti allo specchio, così facendo i muscoli facciali assumono la posizione perfetta per aiutarti ad individuare facilmente la zona dove posare il pennello.



Viso quadrato


Il viso quadrato è caratterizzato, come quello ovale, dall’armonia dei lineamenti e delle proporzioni, ma da tratti spigolosi e pronunciati.
Per dare colore:
Per verticalizzare l’ovale, il fard dovrà essere applicato in modo da rendere la mascella meno prominente e accentuata. Effettua movimenti circolari e uniformi, concentrandoti sulle gote. Questo renderà la forma del viso meno spigolosa e più armoniosa.
Per scolpire:
Per assottigliare maggiormente il viso, sfuma verticalmente il blush in un movimento a forma di G partendo dalle tempie, passando sotto lo zigomo e chiudendo il movimento sulle mascelle.
Per una corretta applicazione, sorridi davanti allo specchio, così facendo i muscoli facciali assumono la posizione perfetta per aiutarti ad individuare facilmente la zona dove posare il pennello.

Viso allungato o triangolare


Il viso allungato è solitamente magro con fronte e mento pronunciati. 
Per dare colore:
Se vuoi farlo apparire più tondeggiante e meno lungo, applica il blush con movimenti orizzontali partendo dall’orecchio fino alle gote.
Per scolpire:
Per accorciare otticamente l’ovale, ombreggia il fard con il pennello sulla fronte e sul mento. L’applicazione lungo l’attaccatura dei capelli è utile anche a chi ha la fronte alta.
Per una corretta applicazione, sorridi davanti allo specchio, così facendo i muscoli facciali assumono la posizione perfetta per aiutarti ad individuare facilmente la zona dove posare il pennello.

August 20, 2013

LEZIONI DI TRUCCO: IL CAMOUFLAGE - STEP 3

 

3 STEP: LA CIPRIA


 

Cipria fissante

 

 

Serve per fissare il camouflage e proteggerlo da agenti esterni. Una buona cipria deve essere leggera ed avere una soddisfacente tenuta.

La cipria è importante per opacizzare la pelle, fissare il trucco  più a lungo e dare quel particolare effetto “matt”.
Per applicarla utilizzate un piumino di velluto; prima di tamponarla sul viso, picchiettala sul dorso della mano per eliminare le parti in eccesso.Incipriate viso compresi occhi, labbra e décolleté .

 

Cipria Compatta: Sceglie una tonalità il più simile a quella del fondotinta , meglio se leggermente più chiara. Chi ha la pelle molto grassa e lucida può usarla ripetutamente sulle zone critiche (naso, fronte, mento).

La cipria compatta è molto comoda da portare con se in borsetta per i piccoli ritocchi.

 

Polvere di riso: indicata per le pelli miste e grasse, sostituisce perfettamente la tradizionale cipria compatta. Toglie ogni traccia di lucido e dona la luminosità di un trucco naturale. Disponibile nella versione bianca classica o leggermente colorata. Si stende con il piumino picchiettando sulle zone più lucide oppure per una giornata particolare, in cui il make up vi deve durare a lungo, potete mettere una quantità abbondante di polvere di riso  sul viso con il piumino o il pennello poi prendete una velina la poggiate sul volto e vaporizzate con il tonico viso oppure dell'acqua rimuovete la velina. Quando il tonico si sarà asciugato avrete un maquillage perfetto e super resistente!

 

 

 

 

 

August 12, 2013

LEZIONI DI TRUCCO: IL CAMOUFLAGE - STEP 2

2 STEP: IL FONDOTINTA

 

Quando si sceglie il colore del fondotinta è importante: 

controllare che l'ambiente sia illuminato con luce naturale provare il
fondotinta applicandone piccole quantità tra il viso ed il collo, selezionando il tono più vicino al colore naturale della pelle (un tono più scuro o un tono più chiaro)

 Fondotinta Biologico certificato: Per tutti i tipi di pelle soprattutto le secche e le sensibili, protegge il viso dagli agenti esterni e dona un colore uniforme e naturale

 Fondotinta Fluido: è il classico fondotinta adatto ad una pelle normale tendente al secco e giovane. Si applica con la spugnetta o con le dita

 Fondotinta effetto lifting: ha un leggero effetto levigante e tensore nasconde le piccole imperfezioni e le rughe si applica con la spugnetta o con le dita picchiettando delicatamente dove si vuole coprire di più

 Fondotinta compatto: è il più coprente, per chi ha macchie o pelle impura si applicca con la spugnetta

 Fondotinta Mousse ultra soft: mousse con texture morbida e leggera è indicato per le pelli miste copre perfettamente i pori dilatati.

 Polvere minerale: è una polvere a base di puri pigmenti naturali. Ha un'ottima tenuta, dona luminosità, copre perfettamente le imperfezioni del viso non necessita della cipra per il fissaggio.

 BB cream: è una crema che idrata protegge, corregge il tono e uniforma il colorito della pelle, migliorandone visibilmente l'aspetto eliminando ogni discromiaMolto facile da stendere si applica come una crema.

 

 Il fondotinta va steso dall'alto verso il basso e dal centro verso l'esterno. 


 
---->   

August 05, 2013

LEZIONI DI TRUCCO: IL CAMOUFLAGE

Il camouflage è una tecnica di trucco correttivo, utilizzata per nascondere i difetti del viso.

Il camouflage ha tre obiettivi principali: mascherare gli inestetismi, creare un effetto naturale sulla pelle e assicurare una lunga durata
Il trucco correttivo viene realizzato con correttori, ciprie e creme colorate o fondotinta scelti sulla base del colore della pelle che aiutano a nascondere gli inestetismi.

Nelle prossime settimane vi parleremo di come fare un camouflage perfetto Step by Step:

 

  1. Il Correttore
  2. Il Fondotinta
  3. La cipria
  4. Il Fard

 Oggi iniziamo dal primo passo:

 1 STEP IL CORRETTORE:

 

Il correttore è un cosmetico che viene usato per nascondere le piccole imperfezioni della nostra pelle (brufoli, occhiaie e altre piccole macchie o inestetismi) che non possono essere coperte dal fondotinta.

Oggi impareremo come si usa il correttore, quali tipi di correttore esistono, come scegliere quello più adatto e come applicarlo.

 

QUALI IMPERFEZIONI PUO’ COPRIRE IL CORRETTORE?


- Le occhiaie, ossia la zona sotto all’occhio con colorito della pelle tra il bluastro e il viola.
- L’acne oppure i “brufoli”, la zona colpita ha un colorito rosso ed infiammato.
- La couperose, che è un arrossamento della pelle dovuta ad una fragilità dei vasi capillari, spesso nella zona delle guance e del naso.
- Altre piccole imperfezioni della pelle.

 

COME SI SCEGLIE IL CORRETTORE E COME SI APPLICA?

 

Correttore albicocca: Per nascondere le occhiaie tendenti tra il blu e il viola utilizzeremo un correttore di tonalità aranciata (albicocca). Con un pennello (che ha una forma compatta e una punta non propriamente sottile,quasi piatta) o con le dita preleveremo un pochino del nostro correttore lo andremo a picchiettare nella zona sottostante all’occhio. Va bene anche per le macchie scure della pelle magari mescolato con un correttore beige o il fondotina.

 

Correttore Verde: Per neutralizzare la couperose utilizzeremo un correttore di colore tendente al verde, lo applicheremo nella zona interessata picchiettando il prodotto con il nostro pennello o con le dita Il colore verde neutralizza il colore rosso.

 

Correttore Rosato o beige: Per quanto riguarda l’acne o brufoletti, misceleremo il correttore rosato (se abbiamo una carnagione chiara) o beige ( se la carnagione è olivastra) con il color verde lo applicheremo in ogni punto nero o foruncoletto e poi con la spugnetta lo picchietteremo.

 

July 29, 2013

ARGILLA: UN PREZIOSO AIUTO PER TUTTO L'ORGANISMO!

Risale agli albori della storia (forse della preistoria), l’uso dell’argilla a scopo terapeutico e medicamentoso. Gli indiani americani la chiamano Ee-Wah-Kee, che significa “il fango che guarisce”.

Gli aztechi, gli aborigeni e i nativi messicani e sudamericani le riconoscevano già nell’antichità sorprendenti qualità disintossicanti, antinfiammatorie, riequilibranti e rimineralizzanti.

Anche ai giorni nostri la usiamo per acne, eczemi, piaghe da decubito, artrosi, strappi, scottature, dolori muscolari e punture d’insetti.


Ne esistono due tipi l'Argilla verde e quella bianca ma qual'è la differenza?


La differenza sta nel fatto che mentre quella verde ha un potere assorbente maggiore, quella bianca, pur essendo efficace, risulta essere molto più delicata. Da questo possiamo facilmente trarre la conclusione che, mentre l’argilla bianca è molto indicata per la pelle del viso (oppure su zone delicate del corpo), quella verde, essendo un po’ più aggressiva, sarebbe meglio utilizzarla per il corpo.

 

Ecco alcuni esempi di utilizzo dell' Argilla:

 

  • Nel bagno: da 300 a 500 grammi d’argilla verde fine disciolti nell’acqua calda rendono la pelle morbida e liscia.

  • Una maschera levigante per il viso. Diluite due cucchiai di argilla con un po’ di acqua in modo da ottenere una pasta che si stenda facilmente senza gocciolare. Applicatela sulla pelle pulita, in modo generoso, evitando il contorno occhi. Le pelli sensibili possono usare questa ricetta sostituendo l’argilla verde con quella bianca

  • Una maschera anti-sebo per i capelli (adatta soprattutto a chi ha i capelli grassi). La maschera all’argilla applicata sul cuoio cappelluto è utile per togliere l’eccesso di sebo. Inoltre, apporta minerali e oligominerali ai capelli. Lasciatela agire 15 minuti e risciacquate abbondantemente.

  • Un impacco anti-brufolo: applicate sulla pelle irritata l’argilla verde, mischiata con un po’ d’acqua. Ripetete questo gesto ogni sera, lasciano in posa l’impasto per 5 minuti.

 

Lo sapevi che...

 

  • Si possono aggiungere degli olii al composto di argilla e acqua ma alcuni non vanno mai usati perchè ossidano! Gli oli che contengono vitamina c come limone e arancio creano una reazione chimica di ossidazione. Creeresti una maschera ossidante, ovvero che favorisce la produzione di radicali liberi. Molto meglio aggiungere oli come il Tea Tree per disinfettare o olio di oliva, di jojoba o di mandorle per nutrire.

 

  • Mai mescolare l’argilla con cucchiai o altro materiale in metallo: per lo stesso motivo, sempre meglio amalgamare il composto con cucchiai di legno.